Barbara De Vivi
BIOGRAPHY

Barbara De Vivi (Venezia 1992), svolge i suoi studi all’Accademia di Belle Arti di Venezia dove nel 2018 consegue il diploma di secondo livello. Durante il suo percorso di studi prende parte al progetto Erasmus+ studiando All' Universidad Complutense di Madrid. Nel 2017 vince uno studio d'artista presso la Fondazione Bevilacqua La Masa e il Premio Combat, sezione pittura; nel 2018 il Premio Euromobil Under 30. Vive e lavora a Venezia. Il fulcro della sua ricerca è il mutare e il riproporsi di temi iconografici, l’intreccio di tradizioni e varianti che connette l’antico al contemporaneo. L’artista trova i suoi riferimenti in dipinti e racconti relativi alla mitologia, a leggende antiche e in fotografie legate al proprio vissuto. Attraverso il disegno si appropria di queste immagini compilando un archivio personale da cui emergono analogie tra temi distanti che De Vivi rende visibili attraverso la pittura. Sulla tela, così come nella sua memoria, alcuni racconti si sovrappongono, altri si annebbiano, di altri ancora resta solo un dettaglio. L’immagine opera un lieve scarto dal progetto iniziale trovando per sé un racconto nuovo, familiare e al tempo stesso indecifrabile.

Tra le principali esposizioni a cui ha preso parte si ricordano: La scintilla latente, Ca' dei Ricchi, Treviso, curata da Carlo Sala; Altipiani Barbara De Vivi|Karin Welponer, Bolzano, curata da Roberto Farneti e Stefano Riba; Il disegno politico italiano, A+A gallery, Venezia, curata da Aurora Fonda; Selvatico|13, Palazzo Pezzi, Cotignola (RA), curata da Massimiliano Fabbri; Brain Tooling, Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore (BL), curata da Gianluca D'Incà Levis, Petra Cason e Riccardo Caldura; 10 little indians, MLAC, Roma, curata da Silvia Giambrone e Fabrizio Pizzuto; Mottenwelt, galleria Marcolini, Forlì, curata da Roberto Farneti; Mostra di fine residenza Bevilacqua La Masa, Venezia, curata da Stefano Coletto; 101-esima collettiva Bevilacqua La Masa, Venezia, curata da Stefano Coletto; Combat Prize, Museo Fattori, Livorno, curata da Paolo Batoni; Avviso di garanzia, Fuori uso project, Pescara, curata da Giacinto di Pietrantonio e Simone Ciglia.

Barbara De Vivi (Venice, 1992) carries out her studies at the Academy of Fine Arts of Venice where she graduates in 2018. She participates at the Erasmus + project studying at the Universidad Complutense of Madrid. In 2017 De Vivi won an artist studio at Fondazione Bevilacqua La Masa and the Combat Prize. She takes part in various art fairs and wins the 2018 Euromobil Under 30 Award.The focus of Barbara De Vivi's research is the recurrence of themes and iconographies in the history of art, their development and transformation, the interweaving of traditions and variations that connect the ancient to the contemporary.
The artist finds her references in paintings and stories related to the mythology, to the lives of saints and in contemporary photographs, often linked to her own experience. Through drawing De Vivi creates a personal archive from which unexpected connections appear between distant themes that she make visible through painting. The oil technique in large sized canvases allows the artist to operate in an impulsive way, to edit figures for all the duration of the work and to layer multiple scenes. As well as in her memory some stories mingle, overlap, others are clouded, of some remains just a detail. The image becomes autonomous from the original project outlining a new story, familiar and yet unintelligible.

Exhibitions include: La scintilla latente, Ca' dei Ricchi, Treviso, curated by Carlo Sala; Altipiani Barbara De Vivi|Karin Welponer, Bolzano, curated by Roberto Farneti and Stefano Riba; Il disegno politico italiano, A+A gallery, Venezia, curated by Aurora Fonda; Selvatico|13, Palazzo Pezzi, Cotignola (RA), curata by Massimiliano Fabbri; Brain Tooling, Forte di Monte Ricco, Pieve di Cadore (BL), curated by Gianluca D'Incà Levis, Petra Cason and Riccardo Caldura; 10 little indians, MLAC, Roma, curated by Silvia Giambrone and Fabrizio Pizzuto; Mottenwelt, galleria Marcolini, Forlì, curated by Roberto Farneti; Mostra di fine residenza Bevilacqua La Masa, Venezia, curated by Stefano Coletto; 101-esima collettiva Bevilacqua La Masa, Venezia, curated by Stefano Coletto; Combat Prize, Museo Fattori, Livorno, curated by Paolo Batoni; Avviso di garanzia, Fuori uso project, Pescara, curated by Giacinto di Pietrantonio and Simone Ciglia.

EXHIBITIONS

Alti Piani

Barbara De Vivi | Karin Welponer
26 February 2019

Mottenwelt I

10 March – 28 April 2018

ARTWORKS